Linguaggio del Corpo - Lo Spazio Personale


Distanze territoriali
Il raggio d'azione di un individuo bianco di classe media che vive nella parte occidentale del pianeta si può dividere in quattro distanze territoriali ben definite:

- Zona intima (da 15 a 45 cm): è la più importante, quella che l'individuo tratta come una vera proprietà privata. Ne viene permesso l'accesso soltanto alle persone che sono emotivamente vicino alla persona, come un amante, i genitori, amici intimi e parenti.

- Zona personale (tra 46 cm e 1,22 metri): è la distanza che separa le persone in una riunione sociale, in ufficio o nelle feste.

- Zona sociale (tra 1,22 e 3,6 metri): è questa la distanza che ci separa dagli estranei, dall'elettricista, da chi fa riparazioni in casa, dai fornitori e dalle persone che non conosciamo bene.

- Zona pubblica (oltre 3,6 metri): è una distanza accettabile per rivolgerci a un gruppo di persone..



Nonostante tolleriamo intrusi nella zona personale e sociale, l'intromissione di un estraneo nella zona intima causa cambiamenti fisiologici nel nostro corpo.
Per questa ragione mettere la mano sulla spalla una persona che abbiamo appena conosciuto, nonostante questo sia un gesto fatto in modo amichevole, può provocare una reazione negativa dell'altra persona nei tuoi confronti.
Gli assembramenti nei concerti, ascensori, autobus causa una inevitabile invasione nelle zone intime altrui. 

Esistono una serie di regole non scritte che gli occidentali rispettano fedelmente quando si trovano in situazioni simili, come per esempio:

- È scorretto parlare con qualcuno, anche se è un conoscente.
- Bisogna evitare di fissare le persone.
- Bisogna mantenere un'espressione totalmente neutrale.
- Se hai un libro o giornale, farai finta di leggere.
- Quante più persone ci sono nel luogo, meno movimenti si devono fare.
- Negli ascensori è consigliabile guardare il pannello che indicatore del piano.

I rituali nell'uso dello spazio
Quando una persona cerca spazio tra estranei lo fa sempre cercando il maggior spazio disponibile tra due spazi occupati e rivendica la zona centrale.
Al cinema sceglierà una poltrona che si trovi a metà strada tra l'estremità della fila e quello della persona che sta già seduta.
Il fine di questo rituale è non infastidire altre persone avvicinandosi o allontanandosi eccessivamente da loro. 

La distanza normale che viene osservata tra abitanti delle città
Una reazione negativa di una donna il cui territorio viene occupato da un uomo che sta avanzando è di arretrare facendo passi indietro per mantenere una distanza confortevole.

Zone territoriali urbane e rurali
Le persone che sono cresciute in territori rurali poco abitati hanno bisogni di più spazio rispetto a coloro che sono cresciuti in luoghi densamente popolati.
Osservare quanto qualcuno distende il braccio per stringere la mano è la chiave per sapere se è stato allevato in città o in campagna. 
L'abitante della città ha la sua area privata di 46 cm e stende il braccio fino a questa distanza per salutare.
La persona allevata in campagna può avere uno spazio di 1 metro o superiore e sarà fino a questa distanza che stenderà la mano.


Utilizza lo spazio qui sotto per scrivermi ciò che pensi e condividilo con i tuoi amici e conoscenti. 
Un grande abbraccio. 

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie

®© Diego Trambaioli
Foto: Google Search

Il sogno di molti è da sempre sapere con assoluta certezza se chi ci sta di fronte sta mentendo o meno. 
Due domande sorgono spontanee: queste tecniche sono davvero efficaci? Chiunque di noi può impararle e utilizzarle per scoprire chi mente tra le persone che conosciamo? 
Prezzo: SCARICA GRATIS
Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento