Linguaggio del Corpo: Gli Indicatori di Posizione


A volte la persona con cui stiamo conversando assume una posizione in cui la testa è rivolta nella nostra direzione ma il corpo e i piedi stanno puntando verso l'uscita o verso l'altra persona. 
Questo è un chiaro messaggio della direzione che la persona vuole prendere. 
Quando osservate tale situazione è necessario terminare la conversazione come se voi stessi abbiate deciso di concluderla, oppure dovete fare qualcosa che richiami l'attenzione del vostro interlocutore.

Gli angoli e i triangoli
Posizione chiusa
Quando la conversazione richiede una certa privacy, l'angolo formato dal tronco delle due persone è inferiore a 90° gradi.

Le tecniche di inclusione e esclusione
La posizione triangolare aperta o chiusa che sia è utilizzata per includere o escludere un'altra persona dalla conversazione.
Se la terza persona non è la benvenuta, le altre due manterranno una posizione chiusa e l'unica cosa che faranno sarà quella di girare la testa verso l'altra persona soltanto per mostrare che si sono accorti della sua presenza ma senza nessuna intenzione di includerla nella conversazione. 

Queste due persone indicano, attraverso la loro postura di avere lo stesso status sociale e di non conversare di nessun argomento personale, in pratica, stanno invitando (per mezzo del triangolo che stanno formando) a partecipare della conversazione una terza persona che appartiene ad una classe sociale simile.


Gli indicatori nelle persone sedute
Incrociare le gambe e indirizzare le ginocchia verso una persona è un segnale di accettazione e interesse. Se anche l'altra persona è interessata incrocerà le gambe con le ginocchia indirizzate verso la persona che per prima ha mostrato interesse.
Nell'immagine seguente, l'unico modo in cui l'uomo seduto a destra potrebbe partecipare della conversazione sarebbe quello di prendere una sedia e metterla di fronte alle altre due persone per formare un triangolo, oppure fare qualche gesto o azione che interrompa la posizione chiusa dei suoi vicini.


La possibilità di fingere
Una domanda che ascoltiamo frequentemente è: "È possibile fingere attraverso il movimento del corpo?"
La risposta generalmente è "no", perché si manifesterebbe la mancanza di congruenza tra i gesti principali, i micro segnali del corpo e la comunicazione verbale. 
Per esempio: il palmo delle mani in vista è associato all'onestà, ma quando chi mente apre le mani mostrando il palmo verso l'esterno e sorride quando sta dicendo una bugia, i micro gesti mostrano la menzogna.
Possono contrarre le pupille o alzare un sopracciglio, oppure avere un lieve tremolio delle labbra; questi piccoli segnali entrano in contraddizione con il gesto di mostrare il palmo delle mani unito ad un sorriso "sincero".
Il risultato è che chi ascolta tende a non credere a ciò che l'altra persona sta dicendo.

La mente umana sembra che possieda un meccanismo infallibile che registra la separazione nel momento in cui riceve una serie di messaggi non verbali incongruenti. Ma esistono alcuni casi in cui viene volutamente simulato un linguaggio del corpo differente dalle intenzioni per ottenere alcuni vantaggi.

Utilizza lo spazio qui sotto per scrivermi ciò che pensi e condividilo con i tuoi amici e conoscenti. 
Un grande abbraccio. 

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie

®© Diego Trambaioli
Foto: Google Search



Il sogno di molti è da sempre sapere con assoluta certezza se chi ci sta di fronte sta mentendo o meno. 
Due domande sorgono spontanee: queste tecniche sono davvero efficaci? Chiunque di noi può impararle e utilizzarle per scoprire chi mente tra le persone che conosciamo? 
Prezzo: SCARICA GRATIS
Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

2 commenti:

  1. Tenho um livro ótimo sobre este assunto que me interesso bastante e sempre consulto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Realmente a maioria das pessoas acredita que fala somente com a boca quando na verdade a comunicação verbal é aquela que menos utilizamos, ou melhor desconhecemos que estamos utilizando outros tipos de comunicação também.

      Elimina