Linguaggio del Corpo: Espressioni del Viso


I segnali dati dal viso hanno un ruolo chiave nella comunicazione.
È sufficiente notare come nelle conversazioni telefoniche, l'assenza di queste espressioni riduce notevolmente le possibilità dell'ascoltatore di interpretare i messaggi ricevuti.
Queste espressioni sono anche l'indizio più prezioso che ci informa sullo stato emotivo di una persona.
In questo modo interpretiamo l'allegria, la tristezza, la paura, la collera, la sorpresa, il ribrezzo o l'affetto, semplicemente osservando i movimenti del viso del nostro interlocutore.
Probabilmente troveremo il punto più importante della comunicazione visuale negli occhi che sono l'elemento più espressivo del volto.
Il contatto visivo è un segnale fondamentale nella comunicazione con gli altri. Allo stesso modo la lunghezza dello sguardo, ossia la durata di un contatto senza interruzione tra gli occhi, suggerisce una unione di intenti.
Comunicare con lo sguardo, probabilmente, + il modo più discreto di forma di espressione corporale.

I segnali con gli occhi
Nelle stesse condizioni di luminosità le pupille si dilatano o si contraggono dipendendo dall'attitudine della persona.
Quando qualcuno si entusiasma le pupille possono dilatarsi fino a quattro volte tanto la dimensione normale. Ma quando qualcuno si sente di mal umore, infastidito o ha una attitudine negativa, le pupille si contraggono.
Gli occhi sono molto usati per fare conquiste amorose.
Aristotele Onassis usava occhiali scuri quando doveva a fare affari in modo tale che i suoi occhi non rivelassero i suoi pensieri e le sue intenzioni quando doveva fare accordi commerciali. 
Quando una persona è disonesta o tenta nascondere qualcosa, ci guarda negli occhi per meno di un terzo del tempo totale della conversazione. Ma quando qualcuno ci guarda negli occhi per più di due terzi della conversazione considera l'interlocutore attraente o sente ostilità e, per questo motivo, sta inviando un messaggio di sfida non verbale. 
Per avere una buona relazione con un'altra persona, bisogna guardarla negli occhi per un periodo variabile tra il 60 o 70% del tempo, in modo tale che l'altra persona inizi a provare simpatia per chi gli sta di fronte.

Lo sguardo d'affari
Quando si parla di affari dobbiamo immaginarci un triangolo nella testa dell'altra persona. Fatto ciò manterremo lo sguardo in questa zona senza scendere più in basso, in questo modo il nostro interlocutore percepirà che stiamo parlando seriamente.

Lo sguardo sociale
Quando lo sguardo scende sotto il livello degli occhi si sviluppa un'atmosfera sociale. Negli appuntamenti sociali lo sguardo è indirizzato al triangolo formato tra gli occhi e la bocca.

Lo sguardo intimo
Questo sguardo comincia negli occhi e, passando per il mento, è indirizzato successivamente verso altre parti del corpo. Se l'altra persona dimostra interesse retribuirà con lo stesso tipo di sguardo.

Lo sguardo di traverso
Si utilizza per trasmettere un interesse amoroso se si abbina ad un'alzata delle sopracciglia e un sorriso. Al contrario indica ostilità se le sopracciglia si presentano corrugate e si abbassano.

Utilizza lo spazio qui sotto per scrivermi ciò che pensi e condividilo con i tuoi amici e conoscenti. 
Un grande abbraccio. 

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie

®© Diego Trambaioli
Foto: Google Search



Il sogno di molti è da sempre sapere con assoluta certezza se chi ci sta di fronte sta mentendo o meno. 
Due domande sorgono spontanee: queste tecniche sono davvero efficaci? Chiunque di noi può impararle e utilizzarle per scoprire chi mente tra le persone che conosciamo? 
Prezzo: SCARICA GRATIS
Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento