Linguaggio del Corpo: Mani, Braccia e Polsi


Mani con le dita incrociate
A priori questo può sembrare un gesto di benessere perché la persona che lo utilizza frequentemente sta sorridendo e allo stesso tempo sembra felice.
In realtà si tratta di un gesto di frustrazione o di una attitudine ostile e la persona che lo utilizza sta dissimulando un'attitudine negativa.
È necessario provocare qualche reazione per fare in modo che le dita non rimangano incrociate e la persona mostri il palmo delle mani e la parte frontale del corpo, caso contrario manterrà un'attitudine ostile.
Sembra che esista una relazione tra l'altezza in cui si appoggiano le mani e l'intensità dell'attitudine negativa.
Quanto più alte sono le mani, tanto più difficile sarà avere a che fare con la persona.


Mani, braccia e polsi
Camminare con la testa alzata, il mento alto e le mani dietro la schiena sono gesti comuni nei poliziotti che pattugliano le strade, del direttore di una scuola, dei militari e di tutte le persone che hanno autorità.
È un gesto di superiorità e sicurezza in se stessi. Ma non dobbiamo confondere questo gesto quando mettiamo la mano sul polso o sul braccio perché questo mostra frustrazione unito alla volontà di mantenere l'autocontrollo.


I gesti con il pollice
In chiromanzia, i pollici mostrano la forza caratteriale e l'ego.
L'uso dei pollici nell'espressione non verbale è la conferma di quanto detto.
Si utilizzano per esprimere dominio, superiorità e addirittura aggressione; i gesti con i pollici sono secondari, fanno parte di un gruppo di gesti.
Simbolizzano espressioni positive utilizzate frequentemente nella posizione tipica di funzionario "distaccato" nei confronti dei suoi subordinati
L'uomo che corteggia una donna li utilizza durante il corteggiamento e vengono anche comunemente utilizzati tra le persone importanti, di alto rango sociale e ben vestite.
Le persone che utilizzano vestiti nuovi e attraenti fanno più gesti con i pollici di quelle che utilizzano abbigliamento fuori moda.
I pollici, che esprimono superiorità, diventano più evidenti quando una persona sta trasmettendo un messaggio verbale contraddittorio.


Frequentemente i pollici escono dalle tasche, a volte dalle tasche posteriori, come se dissimulassero la tendenza dominante della persona.
Anche le donne aggressive o dominanti utilizzano questo gesto.
Coloro che mostrano i pollici hanno l'abitudine di abbinare a questo gesto un dondolio costante (alto-basso) dei piedi per dare l'impressione di essere più alti.
Altra posizione conosciuta consiste nel tenere le braccia conserte con i pollici rivolti verso l'alto. Questo è un segnale con valenza doppia perchè le braccia conserte indicano un'attitudine difensiva o negativa, mentre i pollici rappresentano un'attitudine di superiorità.
La persona che utilizza questo doppio gesto è abituata a gesticolare con i pollici e, quando viene fermata, inizia a dondolare sui piedi.


Il pollice può anche essere utilizzato come un gesto di scherno quando si indica un'altra persona. 
Quando il pollice è utilizzato in questo modo spesso irrita la maggioranza delle donne.


Utilizza lo spazio qui sotto per scrivermi ciò che pensi e condividilo con i tuoi amici e conoscenti. 
Un grande abbraccio. 

P.S. Se pensi che questo post possa essere utile ai tuoi conoscenti condividilo pure sui social network utilizzando i pulsanti qui sotto. Lo apprezzerò molto. Grazie

®© Diego Trambaioli
Foto: Google Search



Il sogno di molti è da sempre sapere con assoluta certezza se chi ci sta di fronte sta mentendo o meno. 
Due domande sorgono spontanee: queste tecniche sono davvero efficaci? Chiunque di noi può impararle e utilizzarle per scoprire chi mente tra le persone che conosciamo? 
Prezzo: SCARICA GRATIS
Condividi su Google Plus

About Diego Trambaioli

    Commenta con Google+
    Commenta con Facebook

0 commenti:

Posta un commento